PREVISIONI METEO

Il tempo che farà

Quali sono le previsioni del tempo nei prossimi giorni e la tendenza per le prime due settimane di giugno, vediamo cosa si prospetta

Dal Meteo.it, le previsioni del tempo

Sabato 3 - l’alta pressione africana occuperà ancora gran parte dell’Italia, garantendo quindi tempo soleggiato e caldo. Tuttavia a causa del transito in quota di un nucleo di aria più fresca atlantica,rispetto agli ultimi giorni, si osserverà un moderato aumento dell’instabilità che porterà un po’ di temporali pomeridiani specie sui rilievi della Penisola e oggi, localmente, anche in Valpadana e sulle coste del medio-basso Adriatico.
Domenica 4 - al Nord condizioni di spiccata variabilità, con atmosfera molto instabile. Il rischio di rovesci o temporali sarà maggiore dapprima tra la Lombardia e il Trentino Alto Adige, nel pomeriggio nelle regioni di Nordest e, in serata, di nuovo al Nordovest. Fenomeni localmente di forte intensità e accompagnati da grandine. Al Centrosud tempo in prevalenza soleggiato, salvo il passaggio di nuvolosità innocua ad alta quota, localmente più densa ed estesa su Sardegna e Toscana. Temperature in diminuzione nelle aree temporalesche del Nord Italia, stazionarie o in lieve aumento al Centrosud, dove il clima sarà particolarmente caldo e afoso.

Meteo: la tendenza tra il 5 e il 15 giugno
Una perturbazione atlantica, associata ad una saccatura di bassa pressione, attraverserà probabilmente il nostro Paese tra il 5 ed il 7 giugno. Il suo influsso si avvertirà dapprima soprattutto al Centro Nord, mentre il giorno 7 i fenomeni potrebbero interessare prevalentemente le regioni meridionali. Questa perturbazione oltre a qualche rovescio, porterà con sé una massa d’aria un po’ meno calda, che aiuterà a riportare le temperature su valori più vicine alla norma. Successivamente, a partire dal giorno 8, nello scenario più probabile si prospetta un ritorno a condizioni anticicloniche sul Mediterraneo e un nuovo rialzo delle temperature al di sopra della media. Il Nord Italia potrebbe tuttavia trovarsi un po’ ai margini dell’alta pressione e maggiormente esposto a flussi di aria più umida e instabile, ma sempre calda.

Categoria: